Con il trascorrere del tempo tutti i tessuti del corpo tendono a scivolare verso il basso. Ciò purtroppo accade anche e soprattuto per il volto. In particolare quando sono i tessuti (cutanei e sottocutanei) della regione delle guance e mandibolare a rilassarsi, quello che si ha è un notevole appesantimento della parte più in vista del corpo, il volto.

Ciò si manifesta nella perdita della linea mandibolare e nel raccogliersi del tessuto proprio a livello della mandibola vicino al mento. Tutto ciò associato alla perdita di volume del volto dovuta al riassorbimento di tessuto adiposo determina il quadro generale di stanchezza del volto.

Cos’è
Il lifting facciale è l’intervento che consente di riposizionare i tessuti del volto ridonando l’armonia e la compattezza proprie di un viso fresco e naturale. 

Per chi è indicato
Per chi desidera risollevare i tessuti del volto ripristinandone i lineamenti. Per chi vuole ricompattare l’ovale, con una distensione dei tessuti della regione delle guance e mandibolare. Per chi vuole eliminare i fastidiosi accumuli di tessuto in regione mandibolare vicino al mento. Per chi cerca un ringiovanimento naturale e risolutivo.

Come si esegue
Le incisioni vengono eseguite intorno e dietro l’orecchio, anteriormente nella piega naturale dei tessuti e posteriormente, dietro il padiglione auricolare.

Queste vie d’accesso consentono di sollevare i tessuti del volto della regione del terzo medio, della regione mandibolare.

A questo intervento è possibile associare il ringiovanimento della regione periorbitaria mediante lipofilling (trapianto di tessuto adiposo autologo), ciò consente un ringiovanimento omogeneo di tutto il volto.

L’intervento
L’intervento si esegue in sala operatoria in anestesia generale e prevede una notte in clinica. Dura circa due ore.

Prima dell’intervento
È bene evitare di assumere aspirina o farmaci simili per 15 giorni prima dell’intervento e per 15 giorni dopo. Se si assume terapia anticoncezionale bisogna interromperla per il mese in cui si decide di fare l’intervento.

Dopo l’intervento
La convalescenza è di circa una settimana durante la quale si indossa una medicazione leggera. Dopo questo periodo si rimuovono le suture.